Cipollini, “lesioni e minacce alla ex moglie”: chiesti 2 anni e mezzo

L’ex campione di ciclismo è accusato di maltrattamenti: nella richiesta di rinvio a giudizio il pm aveva parlato di ” atti lesivi dell’integrità fisica e psichica” dell’ex moglie colpita con “con pugni, schiaffi, calci, e minacce di morte”. Il 13 luglio toccherà all’arringa della difesa

Il pm Letizia Cai di Lucca ha chiesto due anni e 6 mesi di condanna per l’ex campione mondiale Mario Cipollini, imputato in un processo per lesioni personali e minacce alla ex moglie Sabrina Landucci. Il pubblico ministero, nella sua requisitoria, ha calibrato la richiesta su due anni per le lesioni e le minacce alla ex moglie, e altri 6 mesi, invece, per le minacce all’attuale compagno della donna, l’ex calciatore Silvio Giusti. L’accusa ha ripercorso i fatti riferiti dalla stessa Sabrina Landucci, dal fratello, l’ex portiere di calcio Marco Landucci, e dallo stesso Giusti. Cipolllini ha sempre respinto le accuse, sia negando di aver usato violenza alla donna sia di averle puntato contro una pistola. La prossima udienza è in programma il 13 luglio quando toccherà alla difesa di Cipollini.

Le accuse

—  

Nella richiesta di rinvio a giudizio il pm aveva parlato di ” atti lesivi dell’integrità fisica e psichica” dell’ex moglie colpita con “con pugni, schiaffi, calci, e minacce di morte”. L’episodio più grave, secondo l’accusa, sarebbe accaduto il 6 gennaio del 2017: “Stavo lavorando nel centro sportivo quando Mario mi ha aggredito in pubblico — raccontò l’ex moglie che poi presentò denuncia —. Mi ha presa per il collo e ha sbattuto la mia testa contro il muro. Sono dovuta andare al pronto soccorso. Ma più che le ferite a farmi male è stato quel gesto così violento. Ancora oggi sono sconvolta”. L’avvocato della donna ha chiesto oltre alla condanna penale anche un risarcimento di 80 mila euro.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/rvpgmedi/public_html/wp-includes/functions.php on line 5275