Luminosa Bogliolo, intervista: “I miei segreti dal pilates agli sfizi”

Classe ’95, la campionessa italiana dei 100 ostacoli da 4 anni di fila ci ha svelato i suoi segreti a tavola e in allenamento

Luminosa Bogliolo è un’ostacolista italiana, attuale primatista nazionale dei 100 metri a ostacoli, titolo conquistato nella semifinale olimpica con il tempo di 12.75 secondi . Nata ad Albenga, ha un debole per la carbonara che fa cucinare al suo fidanzato Lorenzo Perini, originario di Rieti. Carbonara a parte non si toglie gli sfizi perché, come le consiglia la sua nutrizionista, non sono da demonizzare. Tuttavia la sua routine è molto serrata tra allenamenti di forza, velocità e pilates.

Luminosa, cosa prevede la tua routine di allenamento?
“Divido l’anno in due periodi: uno per la preparazione delle gare indoor che sono gare più brevi. E uno per quelle outdoor. Quest’ultimo è molto importante perché essendo il clima più mite le distanze si allungano e quindi quelli che sono i 60 m piani o a ostacoli negli indoor diventano 100 m piani o a ostacoli negli outdoor. Nel periodo delle gare indoor, quindi novembre, dicembre e gennaio mi alleno mattina e pomeriggio, quindi è più intenso, ma meno qualitativo. Nel secondo periodo dell’anno invece si fa più attenzione alla qualità diminuendo la quantità. Di solito questo prevede tre sessioni di allenamento di forza sia con i pesi in palestra sia di forza nella corsa con un traino e dei pesi sopra. Infine uso degli elettrostimolatori che attivano il muscolo e lo fanno lavorare intensamente ma in meno tempo e permettono di non caricare la schiena. Quindi hai la stessa resa di lavoro sul muscolo localizzato ma la schiena riposa perché io non ho una bella scogliosi. Infine ci sono due o tre allenamenti di ostacoli: quindi o ritmica o tecnica o mobilità. Il mio preferito è quando invece mi dedico alla velocità pura, niente ostacoli o traino ma solo velocità dai 30 m fino ai 120 m. Infine da un po’ di tempo a questa parte ho iniziato anche pilates”.

Per non farti mancare niente! Che benefici trae un’atleta come te dal pilates?
“Inizialmente volevo solo rilasciarmi un po’ dall’imprimere forza in continuazione, tendenza tipica dell’atleta. Poi ho pensato che mi avrebbe resa più flessibile ed elastica perché io non lo sono per niente e invece per passare l’ostacolo è molto importante. Ed effettivamente aiuta in questo senso ma poi ho capito che il primo beneficio è sugli infortuni: il muscolo è più elastico e rilassato e se usi molto la forza, come accade nel mio sport, il muscolo si irrigidisce. Rilassandolo si riducono drasticamente gli infortuni. Infine la reazione istantanea del pilates è un benessere fisico generale non trascurabile. Mi sento proprio più stabile. Questo anche perché si lavora molto sul core e acquisire quel tipo di stabilità porta miglioramenti nei movimenti non solo sportivi ma anche della vita quotidiana. Io ho convinto anche i miei genitori che ora lo hanno iniziato!”

A livello di performance nella corsa ad ostacoli quindi hai notato miglioramenti concreti?
“Sì, assolutamente. E ora se salto una sessione di pilates sento proprio il bisogno di ristabilire l’equilibrio del mio corpo quindi corro subito ai ripari recuperando la lezione persa. Nella preparazione dei prossimi campionati italiani di fine febbraio a ritmi serrati, Luminosa, carbonara a parte, segue un’alimentazione molto variegata e ricca. Che ha un segreto in particolare”.

Luminosa qual è il tuo regime alimentare?
“A parte il non tagliare fuori gli sfizi, cerco di mantenere un equilibrio negli alimenti. Un regime sano può essere la classica dieta mediterranea, che include tutto dai carboidrati alle proteine. Ci deve essere varietà. Ciò che fa la differenza sono i condimenti e il segreto è dosarli bene. Mia madre anche una fetta di carne la fa con l’olio, a me piace molto, così come anche il burro ma non bisogna esagerare. Così si può mangiare tutto”.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/rvpgmedi/public_html/wp-includes/functions.php on line 5275